Della Rocca progetto speciale a Paratissima Milano

 

 

Il progetto primaverile della Casa d'Aste Della Rocca è ovviamente Spring..., ma non certo per una semplice predilezione anglofila.

Accogliendo tutte le accezioni che può comprendere questo lemma, è spring tutto ciò che, a partire da uno stato di quiete, si proietta al di fuori; una sorpresa che balza fuori da una pacco, una molla che scatta all'improvviso, una sorgente d'acqua che zampilla dalla roccia, un fiore che spunta dalla sua pianta, una fiera che salta per catturare la sua preda.

"Spring", insomma, traduce una vocazione alla novità, al cambiamento, alla sorpresa, alla spinta vitale.

Nel segno di questo principio è stato impostato un progetto espositivo che, all'interno della produzione del design italiano, ponga in evidenza oggetti rappresentativi di un nuovo linguaggio visivo affermatosi in particolare dopo la crisi socio-economica degli anni Settanta.

 

Dopo il perseguimento della forma perfettamente adeguata del Movimento Moderno, torna l’interesse per la centralità dell’individualità. Contro l’unità spaziale del progetto, il nuovo approccio punta a frammentare gli episodi progettuali, collocandosi nello spazio abitativo in modo autonomo rispetto al contesto. L’arredamento viene concepito in modo più libero, concedendo addirittura all’utente la possibilità di interagire con arredi eccentrici e dotati di una forte personalità.

Ne scaturisce la ricerca del così detto "design primario" su temi considerati in precedenza minori quali il colore, il decoro, la luce, la superficie, il suono.

La qualità degli oggetti si pone in relazione alla percezione fisica dello spazio in cui la nostra esperienza abitativa si integra in modo complesso, in quanto l'uomo si interfaccia con l'ambiente artificiale attraverso un universo di esperienze sensoriali.

In tale contesto anche il design doveva rinnovare il suo linguaggio visivo e la comunicazione entrava nel progetto divenendone il motore trainante dei suoi contenuti.

 

A partire dal 1978 Alchymia e poi Memphis, Zabro, Archizoom, Superstudio producono nuovi modelli linguistici basati su una forte carica comunicativa derivante dall'originalità della forme e dall'uso del laminato plastico, vetro e plastica.

Il Nuovo Design proseguiva le sperimentazioni del design primario con le sue ricerche di valori sensoriali dello spazio, del colore, del decoro, delle superfici. L'approccio progettuale agli oggetti di una società complessa e diventa esso stesso un processo complesso dove ogni segno è portatore di una carica espressiva forte. L'oggetto non si relaziona con l'utente nella suo solo aspetto funzionale ma interagisce con esso come foriero di valori affettivi e culturali.

 

Si affaccia quindi un vero e proprio Spring Design il cui approccio accoglie la complessità come la nuova ed unica modalità per comprendere la realtà.

 

Gli oggetti presentati a Paratissima fanno parte di un gruppo più ampio di arredi che saranno posti in vendita dalla Casa d’Aste Della Rocca il 23 maggio prossimo. L’asta sarà preceduta da alcuni giorni espositivi presso la sede torinese, in cui sarà possibile visionare di persona tutti i lotti che verranno proposti all’incanto.

INGRESSO GRATUITO
ma è necessario registrarsi all'evento

 

REGISTRATI ORA


 

Asta

via Della Rocca 33, Torino

23 Maggio 2019 - ore 16

 

Esposizione

via Della Rocca 33 e Via Rolando 4G, Torino

17-21 Maggio 2019 | 10-13, 14-18